fbpx

Assessore M5S invita a votare Franco viene minacciato dai suoi

Piena solidarietà all’Assessore Fulvio Romanelli, per aver subito minacce dopo la scelta di appoggiare e votare Nicola Franco al ballottaggio

L’Assessore alla Legalità del Municipio VI, Fulvio Romanelli (M5S) – Fonte: Facebook

Fulvio Romanelli, Assessore alla Legalità del Municipio VI, decide di appoggiare pubblicamente la corsa di Nicola Franco, candidato del centrodestra al ballottaggio di domenica e lunedì. La sua decisione va contro proprio il Movimento Cinque Stelle, che solo in questo municipio è arrivato al ballottaggio, con Francesca Filipponi.

Ex Assessore alle Politiche Sociali, ex Vicepresidente di Giunta, Filipponi si era dimessa per raggiungere la cugina Veronica Mammì, Assessore al comune di Roma con le omologhe deleghe, per farle da capostaff, con un discreto stipendio mensile. Oggi, lei è ossessionata da Nicola Franco. E cresce il nervosismo nel Movimento Cinque Stelle.

Pensala come vuoi ma pensala come noi

Fulvio Romanelli lancia un’accusa pesante e precisa, dichiarando anche di avere pronta la querela per far abbassare le penne ad alcuni soggetti. “Ieri nella chat denominata “Operativi M5S Municipio VI” – scrive Romanelli – una persona, in riferimento alle mie dichiarazioni citate nell’articolo sottostante, ha scritto “Una volta saremmo andati a casa loro, gli avremmo citofonato chiesto di scendere… e poi gli spaccavamo la faccia”.

Insomma, chi è più fascista? Chi viene accusato di fascismo o chi vuole fare apologia di reato “spaccando la faccia” a chi non la pensa come lui? Forse che il Movimento Cinque Stelle sia il vero fascismo da cui il PD non riesce a prendere le distanze? Che strano paradosso.

Romanelli aveva scritto questa lettera aperta, invitando al voto per Nicola Franco:

A meno di due settimane dalla conclusione della mia esperienza amministrativa, in considerazione della particolare situazione politica attuale, sento il dovere di condividere con gli elettori del Municipio VI la mia personale riflessione.

Il Movimento 5 Stelle ha preso meno del 22% dei consensi, chiaro segnale dell’elettorato che sicuramente non ha gradito la metamorfosi del Movimento che lo hanno reso uguale, se non peggiore, agli altri partiti che in origine si volevano combattere; ieri il Movimento 5 Stelle predicava la meritocrazia, oggi invece – parafrasando Shakespeare – il merito paziente si trova a subire il disprezzo degli indegni.

Forse l’elettorato si è chiesto come mai il Presidente uscente non è stato ricandidato, come mai ben 4 Presidenti di commissione non siano stati riproposti in Municipio …. Forse l’elettorato, oltre a chiederselo, si è anche dato una risposta punendo pesantemente il Movimento con un vero e proprio crollo del consenso.

Un’amministrazione di coalizione, tra PD e M5S, non seguirebbe nessun programma ma sarebbe il frutto di una spartizione che, visto la sostanziale parità, dovrebbe essere al 50%; si procederebbe pertanto ad una vera e propria lottizzazione degli assessorati e delle presidenze di commissione al sono scopo di gestire il potere per il potere, senza nessuna considerazione per l’interesse dei cittadini.

In questi cinque anni ho avuto modo di apprezzare l’opposizione costruttiva di Nicola Franco, con il quale c’è sempre stato un rapporto di reciproco rispetto istituzionale, motivo per cui ritengo che sia la persona più adatta a ricoprire la carica di Presidente, anche in considerazione del fatto che un partito che ha totalizzato quasi il 43% dei consensi, cioè votato quasi da un elettore su due, sia il partito più adatto a garantire la governabilità del Municipio, senza i ricatti dei partiti di minoranza.

Invito pertanto gli elettori a fare una scelta matura e responsabile, frutto di riflessione e non di prese di posizione; a non votare il Movimento 5 Stelle pensando ai valori predicati ieri, perché oggi il Movimento è soltanto un marchio vuoto; a non votare il PD perché ha già governato questa città per quasi trent’anni ed è riuscita a ridurla in macerie.

Il voto a Nicola Franco, oggi, è un voto di responsabilità e questo territorio non può permettersi scelte avventate.

Assessore alla Legalità Municipio VI, Fulvio Romanelli (M5S)
Flavio Quintilli

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli, classe ’86. Mi interesso di politica, cronaca e musica. Credo nel valore delle idee e difendo la libertà di poterle esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *