fbpx

Giardinetti, via Silicella un disastro ambientale. Le preoccupazioni dei cittadini

Via Silicella è sommersa dai rifiuti. Una scena inquietante alla quale, purtroppo, ci stiamo abituando giorno dopo giorno. I cittadini sono preoccupati: “Qui si rischia il colera”

via silicella

A Giardinetti, Tor Bella Monaca, Finocchio, Borghesiana, ovunque. Il Municipio delle Torri è la discarica di Roma. Non solo c’è l’unico centro di raccolta a Rocca Cencia: siamo anche il territorio abbandonato a se stesso. Qui i rifiuti si raccolgono da soli. O vengono bruciati, come successo pochi giorni fa in via Domanico. È il 15 luglio 2021, eppure sembra di vivere in un’epoca fuori dal tempo. I cittadini si appellano disperati a chiunque possa intervenire: “Qui si rischia il colera” è l’allarme lanciato.

Non solo Giardinetti, purtroppo. Questa scena è diventata “normale” in tutto il territorio. Una normalità che fa rabbia, ma non abbastanza. I responsabili di questo disastro hanno nomi e cognomi, eppure stanno lì, comodi, sulle loro poltrone, a spartirsi incarichi e responsabilità senza pagarne le conseguenze. Sono il Movimento Cinque Stelle che governa Municipio e Comune, il Partito Democratico che governa la Regione Lazio; e sono il M5S e PD insieme che governano la Nazione tutta. Nomi e cognomi. Nomi e cognomi che si rimpallano le responsabilità, così che nessuno paghi.

via silicella

E la città è questa. Possis nihil Urbe Roma visere maius (che tu non possa mai vedere qualcosa di più grande della città di Roma), scriveva il poeta latino Orazio Flacco. Nel 2021, però, quest’augurio suona diverso, quasi un presagio: non vedrai mai nessuna immondizia più grande che nella città di Roma. Quanta amarezza, quanta rabbia. E quanta disperazione nei cittadini che osservano impotenti. “Né colpa né colpevoli – è il commento amaro di Nicola Franco, capogruppo di Fratelli d’Italia in Municipio VI – Non punterò il dito su un’amministrazione Municipale e Comunale inesistente. Troppo facile. Idee ne abbiamo e presto le presenteremo. Per Roma. La mia città”.

Presto, questo triste capitolo terminerà. Come i Lanzichenecchi nel 1527, come le cavallette d’Egitto, anche i grilli lasceranno questo territorio.

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli, classe ’86. Mi interesso di politica, cronaca e musica. Credo nel valore delle idee e difendo la libertà di poterle esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *