fbpx

Bicipolitana tra Ciampino e Cinecittà: percorsi ciclabili in mostra, lunedì 5 luglio

Lunedì 5 luglio a Ciampino, presso il Palazzetto dello Sport, terzo incontro di partecipazione pubblica sulle biovie, in particolare la “bicipolitana”

La “Bicipolitana” è un progetto innovativo e straordinario che interessa il comune di Ciampino e i Municipi VI e VII di Roma. Una serie di percorsi ciclabili passanti anche per il Parco regionale dell’Appia Antica, sull’antico basolato romano, che collegherà Ciampino e Cinecittà, in grado di spingersi fino a Tor Vergata.

La Bicipolitana, come suggerisce il suffisso, avrà delle stazioni come una normale metropolitana. Stazioni con punto di ristoro e area di sosta. Ci saranno percorsi turistico-ambientali, passando attraverso l’Appia Antica e le sue meravigliose reliquie dell’antichità, percorsi lavorativi-commerciali, collegando zone della periferia e della provincia romana altrimenti non collegate ottimamente, e percorsi scolastici-culturali, con visite ed esplorazioni urbane.

Il progetto è vincitore di un bando europeo e ha visto la partecipazione del Comune di Ciampino e dell’Università La Sapienza di Roma. Gli studenti del Corso di Comunicazione visiva e Design per l’exibit dello spazio pubblico metteranno in mostra i propri lavori, illustrati dai professori Fabio Quici e Maria Claudia Clemente. A moderare l’incontro e a presentare la relazione generale, l’Arch. Maurizio Moretti.

L’incontro è organizzato per lunedì 5 luglio, alle 17:30, presso il Palazzetto dello Sport di Ciampino in via Mura dei Francesi 174. A presiedere il Sindaco Daniela Ballico e a introdurre l’Assessore all’Assetto del Territorio Francesco Febbraro. Previsti gli interventi del Vicesindaco della Città Metropolitana di Roma Capitale Maria Teresa Zotta e dell’Arch Massimo Piacenza, Dirigente della Pianificazione territoriale e della Mobilità della Città Metropolitana di Roma Capitale.

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli, classe ’86. Mi interesso di politica, cronaca e musica. Credo nel valore delle idee e difendo la libertà di poterle esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *