fbpx

Policlinico Casilino, gruppo sinti vandalizza il pre triage

Questa notte il Policlinico Casilino ha subito ingenti danni al pre triage da parte di un gruppo di sinti

Questa notte un gruppo di persone d’etnia sinti ha vandalizzato il pre triage del Policlinico Casilino, distruggendo il vetro che separa il triage dall’ingresso e i vetri delle macchine vicino alla sbarra. A segnalare l’accaduto il gruppo LAES Lazio 118, Lavoratori Emergenza Sanitaria.

La ricostruzione fatta dagli operatori presenti è al limite del paranormale. Un ragazzo arriva al pronto soccorso con un taglio al polso e, in attesa del triage, attende al pre triage. Un altro gli chiede cosa avesse fatto e da lì hanno cominciato a picchiarsi. Vengono separati e gli operatori chiamano la polizia. “Improvvisamente – ci racconta un operatore – arrivano tipo 20 zingari che cominciano a fare il panico nel piazzale e fuori la sbarra”.

vetro del pre triage del policlinico casilino distrutto

Quando arriva il gruppo completo di sinti, i delinquenti cominciano a rompere gli specchietti delle macchine, hanno rovesciato i cesti dell’immondizia dell’area fumo e, dinamica non molto chiara, è stato poi trovato sangue un po’ dappertutto.

“Dove sono le Istituzioni? – si chiede il gruppo LAES nella persona del suo presidente, Massimiliano Scermino – Quelle che dovrebbero tutelare tutti gli operatori sanitari, ancor di più in emergenza covid. Siamo contenti che i contagi calino, ma il personale continua a subire minacce e intimidazioni da parte di certi soggetti. Il Pronto Soccorso – conclude Scermino – è un bene comune che, a quanto pare, non interessa salvaguardare”.

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *