fbpx

Paura a Giardinetti, continue aggressioni da parte di una donna squilibrata

Non sono bastate le denunce dei cittadini e persino del fratello della donna che a Giardinetti semina il panico con continue aggressioni

Una storia surreale a Giardinetti. Una donna in evidente stato di necessità, che chiamiamo Franca (nome di fantasia) ha perso completamente il lume della ragione, arrivando a frequenti aggressioni contro le persone che le capitano a tiro. Se passate per Giardinetti fate attenzione, gira con una vestaglia senza nulla sotto appoggiata a una sedia a rotelle che usa come carrello della spesa. Gira il quartiere raccogliendo rifiuti, per portarli poi in casa o per gettarli altrove. Per esempio, in un filmato che ci è stato girato abbiamo potuto vedere come questi rifiuti venivano gettati nel cortile della scuola in via degli Orsini.

Il terrazzo di casa della signora Franca
Il terrazzo di casa della signora Franca

Ben peggiore un altro video che abbiamo potuto visionare, in cui la donna si scaglia contro una ragazza senza alcun motivo apparente. E il racconto di un uomo rasenta la follia. Franca ha aggredito la madre di quest’uomo in tre diverse occasioni, persino armata di spranga di ferro. La donna aggredita, anziana e con principi di Alzheimer, è stata ricoverata ad agosto, marzo e, l’ultima, martedì scorso. In totale le sono stati dati 10 giorni di prognosi più altri 10. Contro Franca 3 denunce per aggressione, più molteplici altre da altri cittadini e persino del fratello di lei. La situazione è evidentemente fuori controllo.

Il Comitato di Quartiere chiede sicurezza

La storia ci è stata segnalata dal Comitato di Quartiere di Giardinetti, nella persona del suo presidente, Guglielmo Giorgi. Con il presidente siamo andati a vedere l’area attorno al parco Santarelli e ci ha portati a vedere dove la signora “Franca” vive. Il terrazzo è invaso di rifiuti, quegli stessi rifiuti che la signora raccoglie per strada. Non manca neppure un segnale stradale, in bella vista. “Dall’alto lancia sacchi e immondizia – ci racconta una cittadina – contro macchine e persone, perché non vuole che si parcheggi sotto casa sua”. E ci mostra un video, in cui assistiamo al lancio del sacchetto.

“Più volte è andata in ospedale – ci spiega il presidente del CdQ – ma ogni volta esce senza che nessuno possa fare nulla”. I cittadini sono esasperati e hanno paura: “Ieri i ragazzi della scuola calcio non potevano entrare – ci dice una mamma – e solo l’intervento del mister e del prete ha permesso l’ingresso”. Per questo, si sono organizzati in una raccolta firme capillare

La presa di posizione di Fratelli d’Italia per fermare le aggressioni

A raccogliere il grido d’allarme è stato il partito della Meloni, Fratelli d’Italia. Il capogruppo in Municipio VI, Nicola Franco, è stato categorico: “Giardinetti non può continuare a essere terra di nessuno – ha spiegato ai cittadini – siamo pronti a presentare esposto al Prefetto di Roma per richiedere un intervento immediato. Questa donna ha bisogno di cure e assistenza continue, non può essere lasciata sola: è un pericolo per sé e per gli altri”.

La porta picconata
La porta picconata

La furia della donna non si arresta nemmeno davanti alla famiglia. Ci raccontano e ci testimoniano con foto le picconate che la signora Franca ha tirato contro la porta di casa del fratello, mentre era assente, quasi come nel celebre libro di Stephen King, Shining. Picconate pesanti che hanno sconvolto la moglie di lui, sola in casa insieme alla figlia. “Dobbiamo aspettare che si verifichi un incidente grave – dice Franco – magari che ci scappi il morto? Non è tollerabile questa situazione, pretendiamo una soluzione nell’immediato”.

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli

Flavio Quintilli, classe ’86. Mi interesso di politica, cronaca e musica. Credo nel valore delle idee e difendo la libertà di poterle esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *