fbpx

Tor Bella Monaca “Io sono Giorgia”, libro regalato davanti all’Amaldi

Fratelli d’Italia si mobilita all’Amaldi contro la presa di posizione di Alessandra Laterza, la “libraia” di Tor Bella Monaca che ha deciso di non commercializzare “Io sono Giorgia”

Le polemiche sono arrivate ovunque, rimbalzate di social in social, diventando un caso nazionale. Se n’è parlato in radio, in televisione, tutti conoscono la storia. E poi, il gesto di Guido Crosetto, tra i fondatori di Fratelli d’Italia, che compra e spedisce una copia di “Io sono Giorgia” ad Alessandra Laterza, la libraia che si rifiuta di metterlo in vendita nella sua libreria a Tor Bella Monaca. La risposta di FdI è davanti al liceo Amaldi.

Fratelli d’Italia infatti non ci sta, è “una presa di posizione ideologica – spiega Nicola Franco, capogruppo FdI in Municipio VI – fatta non da una libraia ma da una dirigente del Partito Democratico, presidente di un circolo di sezione PD e ex candidata alle elezioni municipali”. La manifestazione si è svolta davanti al liceo Amaldi, in via Parasacchi a Tor Bella Monaca, dove i militanti hanno distribuito alcune copie del libro. Grazie all’azione di Laterza, infatti, la prima edizione è finita in circa 24 ore.

Insieme a FdI il movimento giovanile, Gioventù Nazionale, con il suo presidente Fabio Roscani: “Giorgia è un esempio di passione e coerenza – ci dice a margine dell’evento – e rappresenta un esempio per i giovani delle nuove generazioni che sono disilluse dalla politica. Ci vuole il coraggio delle menti libere per abbattere il muro ci divide dal futuro”. Le copie sono finite subito, alcune ragazze hanno persino preso posizione dietro lo striscione di Gioventù Nazionale e “ordinato” materialmente il libro per la sua seconda ristampa.

“Libere opinioni solo per chi la pensa come loro”

“Forse Laterza non aveva bisogno di commercializzare il libro – insiste Roscani – visto che pare abbia ricevuto dei finanziamenti dalla Regione Lazio guidata dal PD Nicola Zingaretti. Uno strano modo di essere democratici e di tutta la sinistra: libere opinioni solo per chi la pensa come loro”. Laterza mantiene la sua posizione: “Io ho esercitato un diritto commerciale – ha dichiarato alle telecamere – ma anche un diritto etico e morale di quello che rappresenta la vendita del libro”.

Comunque la si pensi, una cosa è chiara come il sole: il libro di Giorgia Meloni ha avuto il potere di mettere in ginocchio un’intera popolazione politica. Incredibile, da qualsiasi punto di vista la si guardi. Abbiamo persino assistito a un corto circuito nell’area sinistra, con l’Associazione Partigiani e il Partito Comunista che hanno preso le distanze dal PD e da Laterza mentre, al contrario, il PD non ha ritenuto fare altrettanto. Per il PD, Laterza è una semplice imprenditrice, riconosciuta invece politicamente da tutte le altre forze politiche. Così, l’ANPI decide di presentarsi sempre all’Amaldi il 20 maggio per distribuire copie della Costituzione Italiana. Un bel gesto. Come quello dell’anonimo “utente Facebook” che ha scritto a Nicola Franco: “Fascio attento che ancora fischia il vento”. Probabilmente nessuno condannerà queste parole: lieti di essere smentiti.

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *