fbpx

Policlinico Casilino, minaccia infermiera con un coltello: ordinaria follia

Ennesimo episodio d’aggressione contro il personale sanitario, questa notte al Policlinico Casilino

policlinico casilino

Ci arriva e condividiamo la segnalazione del LAES (Lavoratori Emergenza Sanitaria) 118 Lazio su quanto accaduto stanotte al Policlinico Casilino. Purtroppo, quella di questa notte è soltanto uno degli innumerevoli episodi di aggressione che sono costretti a subire gli operatori della sanità pubblica. Un uomo, conosciuto sia dalle Forze dell’Ordine che dal personale sanitario, ha tirato fuori un coltello con una lama di circa 25 centimetri e ha minacciato un’infermiera del triage.

“L’uomo viene spesso, praticamente tutti i giorni – ci racconta un operatore – Ogni volta entra per lamentarsi e inveire contro di noi, lo troviamo di continuo sotto effetto di droghe. Questa notte è entrato con le stampelle, ha lanciato insulti contro tutti e poi ha lanciato le stampelle a terra. Si è chinato, pensavamo per raccoglierle, e si è rialzato con un coltellaccio da cucina di 25 centimetri! E ha minacciato l’infermiera che stava al bancone!”

L’arrivo della sicurezza è stato fortunatamente tempestivo e ha fermato l’uomo, già conosciuto per le sue azioni. Il coltello, assieme a una fondina, è stato sequestrato dagli agenti della Polizia, arrivati immediatamente con 4 pattuglie. Dopo l’identificazione dell’uomo, è stato proposto per lui un Trattamento Sanitario Obbligatorio presso Tor Vergata, nel reparto psichiatrico. L’uomo, però, ha rifiutato ogni trattamento, aggredendo ancora verbalmente il personale per poi andarsene indisturbato in taxi. Una scena folle: “Esprimiamo l’assoluta vicinanza e sostegno alle vittime di questo gesto – scrive il LAES 118 Lazio – ai professionisti che quotidianamente si spendono, anche tra mille difficoltà, per garantire il diritto alla salute e all’assistenza a tutti i cittadini pur subendo queste vili aggressioni”.

Flavio Quintilli

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *