fbpx

Il festival Women’s Art Independent arriva a dicembre a Roma

Women’s Art Independent, festival delle donne per le donne ideato da Claudio Miani, interamente in streaming

Streaming edition, Women’s Art Independent Festival.

Si terrà dal 10 al 13 dicembre interamente in streaming il Women’s Art Independent Festival (W.A.I.F.), il festival interamente dedicato ai diritti delle donne, ideato e diretto da Claudio Miani, direttore artistico dell’Asylum Fantastic Fest. L’organizzazione è dell’associazione culturale l’Officina d’Arte OutOut, con il contributo della Regione Lazio e in collaborazione con “La Casa Internazionale delle Donne” di Roma. Si tratta di un progetto di e per le donne, che si pone l’obiettivo di “creare una nuova comunicazione culturale che punti all’inclusione sociale” – si legge sul sito. Un progetto sviluppato in 4 giornate fatte di incontri e dibattiti con artiste, intellettuali, scienziate e giornaliste. Ci sarà un confronto sul significato dell’essere una donna oggi e sul perché sia importante continuare a parlare di diritti.

Alla manifestazione intereverrano importanti nomi del mondo della cultura e della scienza. Si citano: Claudia Gerini, Paola Minaccioni, Donatella Finocchiaro, Nancy Brilli, Michelle Carpente, Giulia Di Quilio. Presenti la fisica Gabriella Greison, la scrittrice Jessa Crispin, la street artist Laika e il trio musicale “Appassionante”. “L’enorme aumento dei casi di violenza domestica e di femminicidio durante l’emergenza sanitaria hanno reso più che mai urgente il dibattito e il confronto su queste tematiche. Parlare dei diritti delle donne, infatti, vuol dire parlare di diritti umani”. Così si legge dalle note degli organizzatori.

“A 25 anni dalla Conferenza di Pechino, ci sembrava opportuno strutturare un festival incentrato sui diritti delle donne, focalizzando l’attenzione sulla situazione politica e artistica italiana, ma non solo. Cercando di comprendere a che punto siamo arrivati con la ricerca di una parità di diritto in grado di intendere e considerare i diritti delle donne come diritti umanitari”. Queste le parole del direttore artistico Claudio Miani.

Il W.A.I.F. sarà scandito da dieci incontri in diretta streaming (visibili sulle pagine Facebook della Casa Internazionale delle donne e dell’Officina d’Arte OutOut), in cui si rifletterà su tematiche che vanno dal femminismo alla violenza, dall’emancipazione alla riflessione su alcuni stereotipi ancora in atto. Un’analisi a tutto tondo – concludono gli organizzatori – per capire davvero in che condizioni verte la figura femminile oggi, anche in comparazione con altre realtà internazionali”.

Insomma un progetto totalmente al femminile a cui tutti e tutte possono partecipare, comodamente e in sicurezza.

Erika Nicole De Bonis

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *