fbpx

Alida, film documentario di Verdesca ispirato all’attrice

Il documentario di Verdesca, ispirato ad Alida, debutta in Russia a dicembre col contributo dell’Istituto Luce di Cinecittà

L’attrice Alida.

Alida” è un film documentario di Mimmo Verdesca, ispirato alla vita dell’attrice italiana Alida Valli. Lei rivive attraverso la voce di Giovanna Mezzogiorno con parole inedite delle sue lettere e dei suoi diari. Dopo la prestigiosa selezione in Cannes Classics 2020 e l’anteprima dello scorso ottobre alla Festa del Cinema di Roma, dove è stato accolto con sei minuti di applausi, vola a Mosca per la seconda edizione dell’Italian Doc Fest, (1-6 dicembre) organizzato da Istituto Luce Cinecittà con l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca.

“Alida” sarà il film di apertura della rassegna russa e sarà proiettato l’1 e il 2 dicembre alla presenza del pubblico in sala. Il secondo appuntamento internazionale è previsto il 3 dicembre al Festival de Cine Italiano de Madrid, evento organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, che quest’anno si svolgerà online a causa della pandemia.

Il documentario “Alida” vanta la partecipazione di Bernardo Bertolucci, Vanessa Redgrave, Roberto Benigni, Charlotte Rampling, Dario Argento, Marco Tullio Giordana, Thierry Frémaux e molti altri. Arriverà nuovamente nelle sale italiane appena la riapertura dei cinema lo consentirà, distribuito da Istituto Luce Cinecittà e in concomitanza nel 2021, del centenario della nascita dell’indimenticabile Alida Valli.

Il regista, Mimmo Verdesca, è stato vincitore di due Nastri d’Argento per i suoi precedenti documentari sul cinema: “In arte Lilia Silvi” e “Sciuscià 70”. Il documentario è prodotto di Venicefilm, Kublai Film, in associazione con Istituto Luce Cinecittà e Fenix Entertainment, in collaborazione con Rai Cinema e Unione Degli Istriani, con il contributo del MiBACT e il contributo determinante del CSC e Cineteca Nazionale. Al momento al cinema non si può andare ma per fortuna il cinema non smette di arrivare ovunque.

Erika Nicole De Bonis

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *