fbpx

Cambiare il capolinea del 20: da via Cambellotti a Grotte Celoni

La proposta è di Alvaro Decina, attuale presidente del CdQ Belvedere: “Spostare il capolinea del 20 a Grotte Celoni è un vantaggio per autisti e utenti”

Capolinea degli autobus a Grotte Celoni
Capolinea degli autobus a Grotte Celoni

La proposta è vecchia. Sono anni che Alvaro Decina, attuale presidente del Comitato di Quartiere Belvedere, propone di spostare il capolinea del 20. Fin dalla sua realizzazione, quando ancora poteva chiamarsi “20 express” – in poche fermate congiungeva Tor Bella Monaca ad Anagnina – il suo capolinea era viale Duilio Cambellotti, davanti la chiesa di Santa Maria Madre del Redentore.

Negli anni, il percorso del 20 express si è via via allungato, incrementando notevolmente il numero delle fermate. Oggi, la linea attraversa Tor Bella Monaca passando su via dell’Archeologia e via di Tor Bella Monaca, avanti e indietro, passando per viale Anderloni. Infine, svolta a destra verso la parrocchia. “Invece di svoltare, potrebbe proseguire dritto verso la Casilina – ci spiega Alvaro Decina, illustrando il progetto – il 20 arriverebbe direttamente a Grotte Celoni, con grandi vantaggi per l’utenza. Dopo il capolinea a Grotte Celoni, riparte di nuovo per la Casilina, fa inversione su via di Tor Bella Monaca e riprende viale Cambellotti, che diventerebbe una semplice fermata”.

La proposta di Alvaro Decina è del 2016 ed è forte dell’appoggio di oltre 2600 firme. Il tragitto sarebbe più lungo di circa 4 km. L’ideaè sempre stata bocciata, ma ora sembra essere stata tirata fuori dalla politica: “Per anni bocciano questo progetto, e ora che siamo prossimi alle elezioni si ritira fuori la mia idea? – commenta amareggiato Decina – i cittadini non sono merce di scambio per le elezioni. I progetti, se si possono fare, si fanno. Basta con i proclami buoni solo per la campagna elettorale”.

L’occasione di riparlare del progetto è stata data proprio dagli autisti del trasporto pubblico. Fare il capolinea permette agli autisti di espletare le proprie necessità fisiologiche: per questo, nel parcheggio di via Cambellotti, ci sono i bagni chimici. Ma da quando sono state trovate siringhe all’interno, gli autisti si sono giustamente rifiutati di continuare ad usarlo. “A Grotte Celoni sarebbe comodo per tutti – insiste il signor Decina – comodo per gli autisti, comodo per gli utenti. Si collegherebbero più zone del Municipio VI verso la Metro C e la Metro A”.

Flavio Quintilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *