fbpx

San Biagio Platani, potature a metà. Il CdQ: “Come ragiona il Municipio?”

Il CdQ Belvedere esprime soddisfazione per le potature in via San Biagio Platani, ma allo stesso tempo si interroga sull’intervento

Potature a metà in via San Biagio Platani
Potature a metà in via San Biagio Platani

Il Comitato di Quartiere “Belvedere”, nella persona del vicepresidente Alvaro Decina, esprime grande soddisfazione per l’intervento di potature in via San Biagio Platani. “Avevamo segnalato la pericolosità di alcuni alberi – ci ha raccontato Decina – e abbiamo sollecitato la Commissione in Municipio VI affinché procedessero alla potatura degli alberi. La segnalazione si faceva forte della petizione del cittadino Pietro Dominici, che abbiamo prontamente appoggiato e che ha raggiunto 270 firme”. Il Municipio aveva garantito un intervento per la messa in sicurezza di via San Biagio Platani, che in effetti si è concretizzato: ma a metà. Solo strisce pedonali e 10 alberi potati: e gli altri eucalipti?

“Non si capisce proprio perché sono stati potati gli alberi a partire dalla scuola verso via Sant’Alfio – si chiede il vicepresidente del CdQ – mentre sono stati ignorati quelli che dalla scuola vanno verso via Villabate. Le nostre segnalazioni riguardavano tutti gli alberi pericolosi, per automobilisti e pedoni. Gli altri 10 eucalipti non sono pericolosi come gli altri?”

Così, arrivando in via San Biagio Platani, possiamo ben osservare che gli alberi spartitraffico sono rimasti così come li abbiamo trovati, ovvero incolti. Invece, alcuni metri più in là, gli alberi iniziano a essere potati. Perché? Un mistero. O, probabile, una decisione dettata da carenze di fondi. Fatto sta, però, che i rami degli alberi di via San Biagio Platani restano così, pericolanti, in attesa di folate di vento. Prima o poi, cadranno: con o senza il taglio del Municipio.

Flavio Quintilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *