fbpx

Scuola, trasporto alunni disabili senza stipendi. Mennuni (FdI): “Scongiurare interruzioni di servizio”

Lavinia Mennuni (Fratelli d’Italia) interroga il Sindaco sulla questione stipendi per gli operatori del trasporto scolastico per alunni disabili

scuolabus fermo alle 8 sotto casa

La scuola è ripartita secondo i tempi previsti, non certo senza difficoltà. Vuoi per il covid, vuoi per i banchi con o senza rotelle, banchi singoli o banchi doppi e via discorrendo. Non è un momento facile per nessuno, figuriamoci per i più fragili. In particolare, i giovani studenti con disabilità che hanno la necessità – e il diritto – di usufruire di un servizio di trasporto loro dedicato. Una società è civile quando si interessa degli ultimi, quando si interessa che tutti godano degli stessi diritti. Così, le segnalazioni giunte alle orecchie di Lavinia Mennuni, consigliere di Fratelli d’Italia in Assemblea Capitolina, l’hanno portata a interrogare il sindaco. A quanto risulta da lei, e come abbiamo sentito dalla viva voce degli autisti del trasporto disabili, gli stipendi sono fermi.

“Dalla realtà quotidiana dei fatti – leggiamo nell’interrogazione presentata dalla Mennuni al Sindaco Raggi – emergerebbe che i lavoratori siano ben coscienti della specifica utenza cui il loro servizio si rivolge, garantendo la loro presenza quotidianamente anche in assenza di salario e di garanzie previste dal contratto”. Un encomio forte e notevole, quello della Mennuni ai lavoratori del trasporto scolastico. Infatti, invece di scioperare e fermare il loro lavoro, hanno deciso di continuare a lavorare pur sapendo di non avere uno stipendio.

L’interrogazione della Mennuni verte su due punti:

  1. Il comune può imporre al soggetto attuatore del servizio (la ditta Tundo) il pagamento degli stipendi dovuti? Ciò, al fine di “prevenire l’acuirsi del conflitto e scongiurare possibili e realistiche interruzioni del servizio, con inevitabili ricadute su un’utenza già provata”;
  2. Il comune non ritiene di dover intervenire per “risolvere in via immediata le problematiche organizzative tenendo conto delle difficoltà per le famiglie e i beneficiari del trasporto disabili, cui si rischia di inficiare l’accesso al diritto allo studio”?

Al Municipio VI mancano le liste?

scuolabus sotto casa
Uno scuolabus del trasporto alunni disabili parcheggiato sotto casa alle 8 del mattino

Senza contare le segnalazioni giunte alla nostra redazione, da approfondire. Sembrerebbe che dal Municipio VI non siano giunte correttamente le liste aggiornate, così che alcuni autisti parcheggiano il pulmino sotto casa dopo essersi incontrati al punto d’incontro di Grotte Celoni. Non avendo alunni da andare a prendere, tornano a casa. Ricevute queste segnalazioni, nella giornata di ieri abbiamo partecipato al punto d’incontro di Grotte Celoni. Verso le 7, gli autisti si sono trovati e poi sono partiti, in assenza di accompagnatore. Tutti hanno negato di non ricevere le liste, mentre hanno confermato che non ricevono stipendi.

Seguendo il tragitto di uno scuolabus, però, abbiamo notato che ha davvero parcheggiato sotto casa verso le 8 del mattino, privo di alunni da trasportare. Una situazione su cui vale la pena indagare ulteriormente.

Flavio Quintilli

Redazione

Redazione

Questo articolo rappresenta un lavoro redazionale, costruito da più persone e condiviso da tutti gli autori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *