fbpx

Autostrada A24, casello Ponte di Nona. Nanni: “Fare chiarezza”

Il casello è stato costruito nel 2014, ma l’area è stata ceduta solo nel 2018. Un’incongruenza rilevante, su cui Nanni vuole fare chiarezza

Sulla questione Autostrade, Dario Nanni (Misto) aveva depositato un protocollo per la richiesta di spiegazioni in merito alla A24 e al casello di Ponte di Nona. Infatti, “Oggi [ieri, 11 settembre, ndr] mi è stata consegnata dal Dipartimento Patrimonio la documentazione che avevo richiesto sui caselli insistenti nel tratto urbano della A24″, comunica in una nota Nanni, consigliere d’opposizione del Municipio VI. Ma cosa c’è scritto in questi atti?

“Negli atti che mi sono stato dati si dice che l’area sulla quale è stato realizzato il casello di Ponte di Nona è stata ceduta gratuitamente dal Comune di Roma nel 2018, ma il casello autostradale sta lì dal 2014”. In Italia, la situazione delle autostrade e delle aree pubbliche risulta spesso un terreno fertile dove fare i propri comodi pur di avere qualche tornaconto e ricavarci qualcosa. Ci uniamo quindi alla “domanda spontanea” che si pone Dario Nanni: “Come è stato possibile realizzare la costruzione di un casello autostradale nel 2014 se la disponibilità di quell’area la si ha solo nel 2018?”

Con l’entusiasmo che lo contraddistingue, Nanni ha preso l’impegno a verificare con attenzione la documentazione ricevuta affinché possa procedere di conseguenza per chiarire fino in fondo questa vicenda. Non possiamo che sostenere questa iniziativa affinché il prima possibile si possa far luce su una questione decisamente insolita e che colpisce migliaia di cittadini nel cuore di Roma Est.

Erika Nicole De Bonis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *