fbpx

Tor Bella Monaca, 2 arresti per droga e 1 denuncia per arma clandestina

I Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato 2 persone e denunciato una terza nel corso di controlli anti droga a Tor Bella Monaca

via dell'archeologia, tor bella monaca

Non c’è vita facile per gli spacciatori, ultimamente. A Tor Bella Monaca i Carabinieri della Compagnia di Frascati, nel corso di controlli con finalità anti droga, hanno arrestato un 20enne tunisino. Lo spacciatore era già sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Roma per violazione della legge sugli stupefacenti. Nei controlli, i militari hanno trovato il tunisino in possesso si alcune dosi di hashish. I Carabinieri, allora, hanno proceduto alla perquisizione nella sua abitazione, trovando e sequestrando 3 involucri contenenti 250 g di hashish e 16.120 euro in contanti, ritenuti provento di attività illecita.

I Carabinieri hanno portato il tunisino in caserma, trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo. Su via dell’Archeologia, sempre a Tor Bella Monaca, gli stessi Carabinieri hanno arrestato anche un 46enne senegalese, senza occupazione e con precedenti. Avevano fatto scattare i controlli al senegalese, visto muoversi con fare sospetto nella piazza di via dell’Archeologia. Nelle tasche, i militari hanno trovato 4 dosi di cocaina e 330 euro in contanti. Nel corso delle operazioni, il senegalese si è scagliato contro i Carabinieri al fine di evitare l’arresto, ma è stato bloccato e portato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Successivamente hanno denunciato una 31enne romana a piede libero con l’accusa di detenzione abusiva di arma clandestina. Nel corso di una perquisizione domiciliare, hanno trovato la donna in possesso di una pistola “Smith & Wesson”, calibro 38, priva di cartucce e con matricola abrasa. I Carabinieri hanno sequestrato la pistola che sarà sottoposta ad ulteriori accertamenti, dattiloscopici e balistici, al fine di accertarne la provenienza e il suo eventuale utilizzo in azioni delittuose.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *