fbpx

Coronavirus, da domani riaprono i parchi. La denuncia di Fratelli d’Italia

Lunedì 4 maggio è prevista l’apertura dei parchi in tutta Italia. A Roma, in particolare al Municipio VI, non tutti i parchi sembrano pronti per essere aperti

Parco Sinisgalli in via Raoul Chiodelli di Ponte di Nona
Parco Sinisgalli in via Raoul Chiodelli di Ponte di Nona

La video denuncia di Fratelli d’Italia è un sopralluogo nei parchi del Municipio VI, in vista della loro apertura prevista per domani, lunedì 4 maggio. Il 26 aprile scorso è stato pubblicato il DPCM in cui il Presidente Conte ha messo nero su bianco l’avvio della fase 2 e la conseguente apertura di ville pubbliche e parchi. Il Municipio VI ha soltanto 4 aree di sua competenza, mentre gli altri parchi sono di competenza dipartimentale. Municipio e Comune avranno approfittato della chiusura delle aree verdi per renderle presentabili all’agognata apertura di domani?

Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Nicola Franco, è andato a verificare le condizioni dei parchi. Dal video che ha fatto partire tramite Facebook è ben visibile l’incuria in cui versano le aree verdi del nostro territorio. “Raggi e Romanella avranno fatto i compiti a casa? – si chiede ironicamente Franco – Ovviamente non hanno fatto niente in questo periodo. Posso capire che non abbiano fatto la sanificazione, che è argomento complesso, ma almeno lo sfalcio dell’erba. L’annuncio di Conte non è stato dall’oggi al domani. È da dieci giorni che sappiamo che domani riapriranno i parchi. Era difficile per Raggi e Romanella fare qualcosa?”

C’è da dire che alcuni dei parchi strettamente di competenza municipale sono relativamente ben messi. Così, il parco Santarelli di Giardinetti e il parco Milena di Valle Fiorita sono abbastanza ordinati e sfalciati; mentre è in condizioni critiche il parco ex Conti di Torre Angela, lasciato al degrado totale. Gli altri parchi pubblici, eccezion fatta solo per alcuni che sono gestiti e curati da associazioni, sono abbandonati.

Il sopralluogo di Fratelli d’Italia ha interessato il Municipio in lungo e largo, toccando alcuni dei parchi principali in tutto il suo territorio, dal “centro” alla “periferia”. La conclusione di Franco è una: “Cosa hanno fatto in questi giorni, Municipio e Comune di Roma?” Un interrogativo a cui, almeno allo stato attuale, l’unica risposta possibile è: “nulla”.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *