Stadio della Roma a Tor Vergata? Per Franco (FdI) un’opportunità da non perdere

Se fossero confermate le voci che danno lo stadio della Roma a Tor Vergata, per il capogruppo di Fratelli d’Italia al Municipio VI si tratterebbe di un’ottima occasione per valorizzare tutto il territorio

vela di calatrava

Da ieri circolano voci circa la costruzione dello stadio della Roma a Tor Vergata. A far uscire la notizia è Affari Italiani, che racconta di un retroscena tra la proprietà texana della Roma e con il chiacchieratissimo Caltagirone, concessionario dei terreni dell’università di Tor Vergata, dove potrebbe sorgere lo stadio. Le voci sarebbero nate a partire dalla presenza di Caltagirone al derby Roma-Lazio di domenica scorsa.

“Mai avvezzo a presenze casuali – scrive Affari Italiani – Caltagirone avrebbe chiuso l’accordo con la nuova proprietà, fornendo la disponibilità chiavi in mano alla realizzazione in tempi strettissimi del nuovo stadio”. La replica di Caltagirone ad Affari Italiani è però lapidaria: “Andare ogni tanto a vedere un derby Roma-Lazio è piacevole e divertente – si legge nel comunicato stampa – Tutto il resto è pura fantasia”.

Per il capogruppo di Fratelli d’Italia è l’occasione per termine le incompiute

Il capogruppo di Fratelli d’Italia al Municipio VI, Nicola Franco, rilancia l’idea, sottolineando la grande più grande differenza tra il progetto a Tor di Valle e quello, ipotetico, di Tor Vergata: “Lo stadio a Tor di Valle sorgerebbe su terreni privati – spiega Franco – mentre a Tor Vergata sorgerebbe sui terreni pubblici dell’università”. Ed elenca poi gli infiniti aspetti positivi che lo stadio della Roma porterebbe se fosse costruito a Tor Vergata: “Avremmo modo di valorizzare un territorio che ha un potenziale enorme – continua Franco – In primis perché l’area è collegata facilmente con l’autostrada sia dal Sud che dal Nord Italia, con le linee A e C della Metropolitana, con raccordo e con il vicino aeroporto di Ciampino, rendendola di fatto estremamente adatta a ospitare grandi eventi. In secundis, potremmo intervenire con le opere pubbliche e sistemare alcuni progetti avviati e mai terminati”.

Il riferimento è chiaro: la “Vela” di Calatrava, un progetto avviato nel 2005 dall’ex sindaco Veltroni per ospitare i mondiali di nuoto del 2009, che non ha mai trovato luce a causa del continuo aumento dei costi di realizzazione. “Potremmo convertirlo in un polo culturale e sportivo in grado di attirare anche i grandi eventi musicali che oggi si fermano sull’asse Milano-Bologna – concretizza Franco – Gli unici spazi per i concerti al chiuso a Roma, infatti, sono l’Auditorium Parco della Musica e il Palazzetto dello Sport all’EUR. Insomma, a Tor Vergata si potrebbero fare tante cose, se avessimo i fondi a disposizione. E quei fondi verrebbero dagli oneri per la concessione della realizzazione dello stadio della Roma”.

Prolungare la Metro C

Non solo. Per non soffocare quei territori nel traffico, si potrebbe pensare a un potenziamento delle infrastrutture già presenti. “In particolare – conclude Franco – potremmo iniziare quel famoso prolungamento della linea Metro C di cui tanto si è discusso. A Torre Angela esiste già il tronchetto: potremmo iniziare il prolungamento, collegare il Policlinico e le facoltà dell’università di Tor Vergata, lo stadio della Roma e unire la linea C alla linea A alla stazione Anagnina, andando a portare il servizio metropolitano ai nuovi centri sorti tra Romanina e Tor Vergata. Oppure, lo stesso percorso potrebbe essere fatto con un progetto di metro leggera, in superficie”.

Non esistono fonti ufficiali che possano confermare quanto ipotizzato da Affari Italiani, per cui tutto questo resta un sogno. Però, viste le problematiche nate per la realizzazione dello stadio della Roma a Tor di Valle, non è da escludersi che il prossimo Sindaco – che probabilmente non sarà Movimento Cinque Stelle – escluda a priori queste idee. Per il Municipio VI sarebbe una vera manna dal cielo.

Per questo, anche Nicola Franco si mostra cauto. “Occorre verificare la veridicità di quanto trapelato a mezzo stampa e approfondire i contenuti del progetto dello stadio a Tor Vergata, qualora fosse reale – conclude Franco – Invito l’Assemblea Capitolina ad affrontare immediatamente la questione, sulla quale sono certo che i nostri consiglieri di Fratelli d’Italia sapranno dare un importante contributo in termini di controllo e proposte”.

Flavio Quintilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *