Borghesiana, Centro Anziani senza riscaldamenti: scatta la colletta per le stufette

La prima segnalazione già a luglio. Municipio non pervenuto

Centro Anziani di Borghesiana

La strana guerra contro gli anziani condotta dal Movimento Cinque Stelle finirà, prima o poi. A Borghesiana, il Centro Anziani è senza riscaldamenti da mesi. La lungimiranza degli amabili vecchietti è tale che hanno protocollato a luglio, ovvero in piena estate, la segnalazione dei guasti alla caldaia e all’impianto di riscaldamento. A seguire c’è stata una lunga serie di segnalazioni e nessuna risposta. Morale? Un Centro Anziani di 600-700 iscritti è al gelo con l’inverno che sta arrivando.

“L’inverno sta arrivando” non è soltanto il celebre motto della casata Stark del Trono di Spade: è anche il triste monito che dobbiamo dare al Municipio VI, sempre più assente quando si tratta di assistere le categorie più fragili della società. Dopo 3 anni e mezzo lo abbiamo capito: al M5S gli anziani proprio non gli stanno simpatici. Prima l’assurda lotta contro il Centro Anziani di Finocchio, posto sotto assedio senza riscaldamenti né ventilazione, poi la notizia di oggi degli anziani di via Crocco al freddo o ancora la situazione delle case ISVEUR, popolate per lo più da anziani e disabili.

“Beppe Grillo vuole togliere il diritto di voto agli anziani – ironizza Nicola Franco, capogruppo di Fratelli d’Italia al Municipio VI – Mentre questi fenomeni voglio negargli direttamente il diritto all’esistenza”. Franco dichiara che “Un’altra lettera è sul tavolo del Direttore del Municipio. Non è pensabile che un Centro Anziani da mesi solleciti i Dipartimenti e il Municipio, senza ottenere risposta. Non si può continuare a dire non è mia competenza. Qui siamo di fronte a incapacità e menefreghismo”.

Il Direttore del Municipio VI sarà molto contento di avere sul tavolo l’ennesima lettera di Nicola Franco: la prima era riguardante la Commissione Pari Opportunità del 25 novembre, la seconda riguardante la Commissione Politiche Sociali del 29 novembre. Tutte questioni molto delicate, che rischiano finalmente di far prendere una posizione agli organi di controllo.

Il tutto, mentre al Centro Anziani è scattata la colletta per comprare le stufette. Ma in che mani siamo?

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *