Scontro in Municipio VI. Strippoli (Lega) attacca la maggioranza: “Svilite la commissione perché siete spaccati”; Arnetoli (M5S): “Pensate alle spaccature in casa vostra

Acceso botta e risposta durante il Consiglio del Municipio VI odierno, durante il dibattito dell’ultimo punto all’ordine del giorno. Strippoli denuncia la spaccatura e abbandona l’aula, Arnetoli e Colella rispondono stizziti

consiglio municipio vi 11 luglio 2019

La consigliera Pamela Strippoli (Lega) attacca la maggioranza del parlamentino del Municipio VI e denuncia: “Siete spaccati e state facendo capricci. A pagare saranno soltanto i cittadini”. L’accusa è un macigno che colpisce in pieno la maggioranza, spiazzata dalle parole della capogruppo della Lega.

Per comprendere l’accusa dobbiamo fare un passo indietro, al 5 luglio. Il Presidente della Commissione Ambiente e Mobilità, Fabrizio Tassi (M5S), aveva convocato una commissione per discutere della ferrovia Roma-Centocelle-Giardinetti e della possibile conversione a linea tranviaria per riaprire la tratta fino a Pantano, in accordo al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS).

La questione, molto sentita dalla cittadinanza del versante casilino della periferia est di Roma, presentava e presenta numerose criticità, richiedendo molto lavoro alla commissione. Non passano 6 giorni, tuttavia, che la maggioranza scavalca se stessa, presentando una mozione d’aula al posto di una risoluzione di commissione.

 

Lite interna al Movimento?

La mozione viene firmata dai consiglieri di maggioranza Alberto Ilaria (Presidente del Consiglio), Laura Arnetoli e Giancarlo Colella. Nessuno di loro è parte della Commissione Ambiente e Mobilità. Forse un indizio di rottura all’interno dei Cinque Stelle?

Arnetoli presenta la mozione: “Crediamo da sempre nella ferrovia Pantano-Centocelle. Con la mozione vogliamo rafforzare la volontà di essere tempestivi nella sua trasformazione in linea tranviaria e nel suo prolungamento previsto fino a Tor Vergata”. La mozione impegna il Presidente del Municipio e gli Assessori ad attivarsi presso le sedi opportune “Promuovendo ed accelerando la cessione a titolo gratuito della proprietà della sede ferroviaria ed il declassamento in metro-tramvia rapida”.

Di fatto scavalcando la Commissione Ambiente e Mobilità e il suo Presidente, Fabrizio Tassi.

 

Affondo della Strippoli: “Non farò da sponda a chi vuole la guerra contro la Commissione”

Per la Strippoli questo è un “Atto svilente e insolente, irrispettoso nei riguardi della Commissione Mobilità e in particolare del Presidente Tassi che si fa un mazzo così per far quadrare tutto. Sono passati 6 giorni dalla Commissione, abbiamo votato un parere sulla ferrovia in merito al PUMS. E oggi mi ritrovo una mozione che vuole scavalcare la Commissione? Può significare solo due cose: o state lavorando a comparti stagni e non vi parlate; oppure siete armati l’uno contro l’altro”.

La Strippoli è incontenibile e rilancia ancora: “Guardiamo chi ha firmato questa mozione: nessuno fa parte della Commissione. Vi state facendo la guerra, e questa guerra porterà danno soltanto ai cittadini. Mi rifiuto di fare da sponda a una fazione della maggioranza che vuole fare la guerra a una commissione”.

 

Il silenzio di Tassi, le risposte al vetriolo di Arnetoli e Colella

Fabrizio Tassi non risponde e non interviene. Viene ripetutamente chiamato in causa dall’opposizione, la quale tutta gli riconosce caparbietà e precisione nel ruolo istituzionale che riveste. Eppure, a testa bassa sui banchi della maggioranza ascolta senza profferire parola.

A rispondere per le rime, invece, sono Laura Arnetoli e Giancarlo Colella. Il capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Laura Arnetoli, non va per il sottile e ironizza: “Mi fa ridere sentire parlare dai banchi dell’opposizione di una spaccatura nella maggioranza. Siamo entrati tre anni fa e c’erano 9 consiglieri d’opposizione in 3 gruppi politici. Oggi ci sono gli stessi 9 consiglieri d’opposizione in 6 gruppi politici. La spaccatura cercatevela in casa vostra”.

Giancarlo Colella ribadisce che il “Movimento Cinque Stelle è unito. Ovviamente il nostro sarà un voto favorevole, al di là delle voci della Strippoli che ogni tanto tende la mano verso di noi. Malcapitato chi ci capita! Questa mozione, come tutti i nostri atti, sono scritti a più mani, non soltanto da quelle che firmano materialmente”.

Colella va giù duro, riferendosi a un episodio precedente: “Ricordo che qualche giorno fa si è tenuta contemporaneamente in Municipio una riunione della Lega e una del Movimento Cinque Stelle. Mentre noi, una ventina, eravamo in rigoroso silenzio, dalla riunione della Lega sentivamo urla e strilli. Qualcuno fa la sirenetta, ma non attacca”.

La Strippoli, che nel frattempo era uscita per abbandonare le votazioni, infastidita dal comportamento della maggioranza che ha di fatto scavalcato se stessa, rientra per rispondere a Colella: “Faccio parte di una commissione il cui presidente non si è mai dimesso, a differenza di altri con cui avete fatto il gioco delle tre carte. Io non tendo la mano a nessuno. Anzi: meno male che la mozione è stata scritta a più mani! Quella che avevate presentato questa mattina in capigruppo sarebbe stata contra legem. Vi nascondete dietro un dito?”

 

Le opposizioni vicine a Tassi

Massimo Fonti (Fratelli d’Italia), sottolinea la linea propagandistica di questa mozione. “Mi spiegate come potrebbe passare il Tram in via di Carcaricola o in via della Tenuta di Torrenova? Proponete una cosa bella ma irrealizzabile”. Anche per Fabrizio Compagnone (Partito Democratico) “Sono atti e mezzucci. L’evidente spaccatura è certificata dalla firma su questa mozione del Presidente del Consiglio (Alberto Ilaria) e del capogruppo (Laura Arnetoli) per andare contro la sua stessa maggioranza”.

Molto più sobrio Dario Nanni (Italia In Comune) “L’intervento mi pare utile e lo voterò favorevolmente. Ma credo sarebbe stato opportuno coinvolgere Fabrizio Tassi e la Commissione Mobilità”.

La mozione viene votata dal Movimento Cinque Stelle più Italia In Comune, mentre il Partito Democratico si è astenuto, Fratelli d’Italia ha votato contro e la Lega ha abbandonato l’aula.

 

La Redazione

 

One Reply to “Scontro in Municipio VI. Strippoli (Lega) attacca la maggioranza: “Svilite la commissione perché siete spaccati”; Arnetoli (M5S): “Pensate alle spaccature in casa vostra”

  1. ..possibile che persone penso…capaci di ragionare partoriscono idee che dire stupide è un eufemismo….faccio quella tratta almeno 4 volte al giorno per fare consegne ai supermercati e secondo il mio modestissimo parere la soluzione sarebbe:smantellare la linea fino stazz. Centocelle..allargare la Casilina a 6 corsie … fare uscita a quadrifoglio su Casilina e risolvere problemi GRA…Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*