Fiume, per le vie e le calli torna la lingua italiana

Entro la fine del 2019 il ripristino degli storici nomi italiani delle vie di Fiume. Eccezionale risultato raggiunto dalla Comunità degli Italiani di Fiume

Il sindaco di Fiume, oggi Rjeka, in Croazia, ha annunciato che a marzo stanno per essere ripristinati gli storici nomi italiani delle vie della città. “Un grande successo del gruppo di lavoro della Comunità degli Italiani di Fiume – esulta Marino Micich, direttore del Museo Archivio Storico di Fiume – che ha proposto il ripristino delle vie di una volta in italiano”. Nella commissione lo stesso Micich e Giovanni Stelli, della Società Studi Fiumani: “Per noi è una soddisfazione perché il frutto del dialogo intrapreso dal 1990 in citta”, conclude Micich.

Si inizierà in Cittavecchia a riposizionare gli storici nomi che un tempo affollavano l’italianissima Fiume, con le vie e le calli. Per il sindaco di Fiume, Vojko Obersnel, “Il collocamento delle insegne in Cittavecchia con le denominazioni storiche rappresenta un progetto culturale molto complesso, che implica il coinvolgimento di esperti e la verifica dei dati storici”. Un modo per prendere tempo e spiegare i motivi del ritardo, visto che l’inizio dei lavori era previsto per l’anno scorso. Il sindaco, però, determina una data certa: marzo. Nel mese di marzo torneranno le vie e le calli italiane in Cittavecchia.

Il progetto delle tabelle bilingui arriva anche perché Fiume sarà Capitale Europea della Cultura nel 2020, seguendo Matera. Complimenti alla Comunità degli Italiani di Fiume per l’eccezionale risultato raggiunto, consapevoli però che è ancora lunga la strada da percorrere. Questo, insieme all’uscita cinematografica e su Rai Tre di Rosso Istria, rappresenta un punto di svolta epocale per la ricerca e la diffusione della verità.

Oggi festeggiamo: Fiume torna a parlare italiano.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *