Gioventù Nazionale Roma Municipio VI: “Vergogna grillina. Le foibe non vanno scordate”

I ragazzi del movimento giovanile di Fratelli d’Italia scendono ancora una volta per manifestare il proprio dissenso. Per il terzo anno consecutivo non ci sarà alcun ricordo per gli italiani assassinati dai comunisti in Istria, Giulia e Dalmazia

Le foibe sono storia. Non si può tornare a negare l’esistenza di queste enormi cavità, delle “bocche” in grado di inghiottire centinaia di corpi. Gli italiani furono vittima di una ferocia pulizia etnica, come ben documentato dai ritrovamenti cinematografici ad opera di Lucio De Priamo.

Il Municipio VI continua a non voler celebrare il Giorno del Ricordo, “Quella che è a tutti gli effetti una ricorrenza nazionale – torna più volte a specificare Nicola Franco, capogruppo di Fratelli d’Italia – Non può la maggioranza di questo Municipio continuare a ignorare il Ricordo”.

Sempre Franco aveva rivolto un feroce attacco ai Cinque Stelle, definendoli “Peggio dei comunisti”, e nella notte i pentastellati potrebbero avere avuto una brutta sorpresa. È in programma per la mattinata di sabata, infatti, una visita alla Collina della Pace, presso borgata Finocchio, per installare delle pietre d’inciampo in memoria degli ebrei e della Shoa. Lungo il percorso sulla Casilina, e presso la sede del Municipio VI, sono comparsi degli striscioni: “Vergogna grillina. Le foibe non vanno scordate”, firmate GN, ovvero Gioventù Nazionale.

L’accusa che viene mossa è che si continui a “preferire” alcuni morti piuttosto che altri. “Il Giorno della Memoria è il 27 gennaio – ricorda Franco – Ed è giusto celebrarlo. Allo stesso modo, però, esigiamo come Fratelli d’Italia che si celebri il Giorno del Ricordo per ricordare il genocidio degli italiani in Istria, Fiume e Dalmazia. Il 10 febbraio si celebrano i Martiri delle Foibe, non gli ebrei. Quella dei Cinque Stelle è una provocazione non più tollerabile”.

Un altro striscione è diretto addirittura al Presidente del Municipio VI: “Romanella, ma le Foibe? Te le sei scordate?” Segno che i ragazzi di Gioventù Nazionale vogliono rimanere sensibili al tema e non lasciarsi trascinare nell’oblio storico. Per questo, insieme a Fratelli d’Italia, Gioventù Nazionale ha organizzato la manifestazione di sabato 9 febbraio all’hotel Best Western di via Vico Viganò a Tor Bella Monaca: “Perché la verità non può essere infoibata”.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *