Il Municipio VI intitola un parco ai Martiri delle Foibe. Ma era solo uno scherzo

Terzo anno consecutivo di amministrazione Cinque Stelle e ancora nessuna celebrazione delle Foibe. L’anno scorso ci eravamo quasi: l’8 febbraio 2018 era stato votato all’unanimità di intitolare un parco ai Martiri. La denuncia di Fratelli d’Italia

Il Giorno del Ricordo è vicino. Questa sera, su Rai Tre, alle 21:20 verrà trasmesso il film Rosso Istria, che racconta fedelmente la storia di Norma Cossetto, ragazza istriana brutalmente stuprata e uccisa nelle foibe. Come ogni anno arriva il 10 febbraio e, come ogni anno, Roma se ne dimentica.

Il Municipio VI di Roma aveva approvato l’8 febbraio 2018, all’unanimità, l’intitolazione di un parco ai Martiri delle Foibe. La proposta, lanciata da Fratelli d’Italia, aveva trovato sponda anche tra la maggioranza. L’unico astenuto, all’epoca, fu il Presidente del Municipio, Roberto Romanella.

Certo, intitolare un parco non è questione di pochi minuti. Passano le settimane, i mesi: passa un anno. E del parco neppure l’ombra. Fratelli d’Italia chiede allora una Commissione Trasparenza per chiarire i fatti, quel che è stato fatto nel corso di un anno per portare a termine il volere del Consiglio. Alla Commissione non si presentano né il Presidente né l’Assessore.

Non ci sarà nessun Ricordo al Municipio. Nessuno ricorderà gli italiani trucidati nelle foibe, nessuno si curerà di loro. Anzi, il Municipio VI andrà alla Collina della Pace, nella borgata Finocchio, la mattina di domani, per posizionare pietre d’inciampo in memoria dello sterminio degli ebrei.

Il Ricordo va bene, basta che non si tratti di italiani.

Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Nicola Franco, attacca pesantemente la maggioranza, ricordando la mozione approvata lo scorso anno. “È importante. Questo Consiglio ha approvato all’unanimità la proposta di intitolare un parco ai Martiri delle Foibe. Che fine ha fatto quell’atto? In Commissione non si presentano né il Presidente né l’Assessore. Sarà nostro diritto sapere cosa è stato fatto in quest’anno per dar seguito alla mozione approvata? Se la maggioranza preferisce ricordare ‘altri’ morti ci penseremo noi ad onorare i nostri morti, i martiri innocenti delle foibe”. E lancia l’appuntamento per sabato 9 febbraio, a partire dalle ore 20 al Best Western di Tor Bella Monaca, in via Vico Viganò.

E su Facebook i Cinque Stelle vengono sonoramente apostrofati “Peggio dei compagni”.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *