AMA, Mussolini torna all’attacco: “Basta giochi di palazzo”

Rachele Mussolini, consigliere capitolino della lista civica Con Giorgia, attacca la maggioranza Cinque Stelle di Roma che rischia di far saltare l’AMA

Il bilancio di AMA, l’Azienda Municipalizzata per l’Ambiente di Roma, non trova pace. Il Campidoglio, guidato da Virginia Raggi, non riesce a trovare la quadra e il quadro rifiuti sta per esplodere. Sulla questione interviene Rachele Mussolini, consigliere capitolino della lista civica Con Giorgia: “Basta giochi di palazzo”.

Il tira e molla tra AMA e Raggi non può durare in eterno, e nel frattempo Roma va al collasso sulla gestione dei rifiuti. “Un’attesa che non promette nulla di buono, un’attesa che sa di quiete prima della tempesta – dichiara Mussolini – L’ennesima fumata nera per il bilancio di Ama sarebbe l’ultima dimostrazione della schizofrenia di questa Giunta, che fa di tutto pur di fuggire di fronte alle proprie responsabilità”.

Ma la nipote del Duce non si limita a questo. Oltre all’ambiente, finalmente vengono citati i lavoratori che rischiano il proprio posto: “Conti, futuro della municipalizzata e più di 8mila posti di lavoro sono appesi a un filo e a decidere saranno i soliti giullari, vestiti da politici e affetti da un bipolarismo galoppante. Intanto a far le spese di tutto questo è l’intera città. Roma, sommersa dai rifiuti, è sull’orlo di un’emergenza igienico-sanitaria; mentre manager a cinque zeri, scelti dagli illuminati grillini ma pagati con i soldi dei cittadini, vengono usati come pedine per i giochi di Palazzo Senatorio. Al disastro ambientale sotto gli occhi di tutti si aggiunge un altro drammatico tassello”.

 

La Redazione

One thought on “AMA, Mussolini torna all’attacco: “Basta giochi di palazzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *