Il deputato PD Roberto Morassut insulta un dirigente di Fratelli d’Italia romano di Primavalle

Gallucci, dirigente romano di Fratelli d’Italia, aveva condiviso ironicamente sul proprio profilo Facebook la campagna che sta portando avanti Morassut, il quale gli regala il turpiloquio

Roberto Morassut – deputato alla Camera per il Partito Democratico

Il deputato “Democratico” Roberto Morassut, ex Partito Comunista, sbrocca sui social contro un dirigente romano di Fratelli d’Italia. Morassut aveva postato sul proprio profilo due foto che ritraggono un camper e dei banchetti informativi per sottolineare la sua presenza tra le strade di Roma. Siamo a Primavalle, quartiere noto per il rogo che vide la morte dei fratelli Mattei. Un dettaglio che acquisirà un valore ancora più macabro.

Il dirigente romano di Fratelli d’Italia, Mauro Gallucci, ironizza condividendo su Facebook il post dell’Onorevole Morassut: “Campagna contro l’abbandono dei democratici. Signore e signori … Si avvicinano le elezioni e si rivede Morassut a Primavalle. Manco più i suoi 4 sodali lo seguono oramai. #hobisognodite”.

Morassut interviene nei commenti nella maniera più onorevole possibile: “A’mbecille. Dei tuoi amici a Primavalle manco la puzza se sente. Ogni volta che vengo”. L’ex del Partito Comunista a quali amici di Primavalle si riferisce? Non saranno mica i fratelli Mattei, Stefano e Virgilio, 22 e 8 anni, figli del segretario del MSI di Primavalle, arsi vivi nel rogo di Primavalle per opera dei comunisti di Potere Operaio? Speriamo vivamente di no. Anzi, ne siamo sicuri: nessuno potrebbe arrivare a tanto. Forse si riferiva agli altri esponenti e militanti di Fratelli d’Italia di Primavalle? Attendiamo una risposta da parte dell’Onorevole Morassut.

Dal Campidoglio arriva comunque la solidarietà di Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia, che non si limita a invitare a pubbliche scuse l’onorevole. Figliomeni si propone anche per patrocinare gratuitamente la causa per diffamazione qualora Gallucci volesse adire le vie legali contro Morassut.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *