Emergenza rifiuti Roma. Fratelli d’Italia a Torre Angela: quartiere ridotto al degrado assoluto

Questa mattina i consiglieri di Fratelli d’Italia del Municipio VI sono andati in sopralluogo per le vie di Torre Angela. I rifiuti non vengono raccolti da settimane, secondo i residenti. E le immagini parlano da sole: montagne di rifiuti per strada

Torre Angela è il quartiere più grande del Municipio VI, contando oltre 66mila persone. È il simbolo, per certi versi, dell’intero territorio amministrato dal 2016 dal Movimento Cinque Stelle. I grillini fecero una grande propaganda sui rifiuti, parlando dei “rifiuti zero”, del chiudere subito lo stabilimento Ama di Rocca Cencia e dell’immondizia abbandonata per strada.

Non è un problema che nasce oggi, è vero. Sicuramente le sue radici sono da ricercarsi nella chiusura di Malagrotta, eseguita dall’ex sindaco Marino del PD su direttive europee. Al momento della chiusura non indicò infatti dei luoghi di smaltimento alternativi, come neppure ha ancora fatto il sindaco Raggi. Se ci mettiamo anche l’assoluto immobilismo in Regione da parte del Presidente Zingaretti, in piena campagna elettorale per la segreteria del PD, è facile comprendere che Roma sta affogando nei suoi rifiuti.

Fratelli d’Italia scende quindi in strada, con alcune delegazioni di cittadini, per “toccare con mano”, nel vero senso della parola, il degrado in cui è precipitata Torre Angela. I consiglieri di FdI Nicola Franco, Massimo Fonti, Antonio Villino e Pamela Strippoli hanno atteso il nuovo anno per denunciare l’emergenza. “L’obiettivo non è strumentalizzare, né fare propaganda – spiegano i consiglieri in una nota congiunta – Dobbiamo alzare l’attenzione su quella che è un’emergenza che i Cinque Stelle mascherano come normale amministrazione. È assurdo che da quando hanno preso le poltrone non vedano più i problemi che loro stessi denunciavano fino a tre anni fa”.

Nei prossimi giorni i consiglieri di Fratelli d’Italia organizzeranno una manifestazione di protesta proprio in piazza del Torraccio di Torrenova: il “centro città” di Torre Angela. “Faremo un presidio e chiederemo un intervento urgente – conclude la nota – Non solo a Torre Angela. La situazione d’emergenza esiste in tutto il Municipio VI, quindi chi amministra questo territorio prenda le dovute iniziative. Se la maggioranza non è in grado di risolvere allora che si dimettano. Chiederemo le dimissioni dei diretti responsabili: il Presidente del Municipio VI Roberto Romanella e l’Assessore all’Ambiente Katia Ziantoni. Non è più solo un discorso di emergenza rifiuti. Qui si rischia l’emergenza sanitaria”.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*