Rocca Cencia Municipio VI – Fratelli d’Italia pronti a chiedere le dimissioni della Ziantoni

“Chiudere Rocca Cencia senza se e senza ma”, invoca il capogruppo FdI Nicola Franco, insieme al consigliere di Valle Martella Tricolore Giovanni Luciani e all’ex sindaco di Monte Compatri Marco De Carolis, attuale presidente del Consiglio Comunale

Fratelli d’Italia aveva già annunciato mobilitazioni contro la discarica Rocca Cencia a seguito delle ultime mosse della maggioranza. “In campagna elettorale avevano promesso la chiusura appena insediati, sono saliti sui furgoni per urlarlo – dichiara Nicola Franco, capogruppo di Fratelli d’Italia del Municipio VI – poi passano due anni e mezzo e tutto cambia. Ora non si chiude: si riconverte”.

“Non deve passare il messaggio che Rocca Cencia va bene – tuona con aria preoccupata e arrabbiata allo stesso modo Antonio Imperiale, ex consigliere del Municipio VI e attualmente membro dei Quartieri Riuniti in Evoluzione – Perché sono 50 anni che subiamo questi impianti. Il Municipio VI ha un’incidenza tumorale del 70% sulla popolazione. Noi moriamo di cancro”.

Il Movimento Cinque Stelle aveva basato la sua campagna su Rocca Cencia. A dire di volerla chiudere tutti: la Raggi, oggi Sindaco di Roma, la Taverna, oggi Vicepresidente del Senato, Romanella, oggi Presidente del Municipio VI, militanti e sostenitori. Poi la vittoria del 2016 e il cambio di idee. Anzi: a inizio consiliatura il Municipio aveva votato la chiusura entro il 2019 di Rocca Cencia. Ma la data è vaga.

“Non vorremmo che la data sia vaga di proposito – spiega ancora Nicola Franco – un modo per allontanare il problema per non dire che non sanno cosa fare. Noi comunque non vogliamo strumentalizzare. Hanno detto che chiuderanno entro il 2019? Bene. Aspetteremo fino al 31 dicembre del 2019. Poi vedrete cosa succederà se non l’avranno chiusa”. Intanto i consiglieri di Fratelli d’Italia si dichiarano pronti a portare in aula la richiesta di dimissioni dell’Assessore all’Ambiente Katia Ziantoni.

La chiusura entro il 2019 viene sostituita dalla parola “riconversione”. Ma cosa significa? Se lo domanda anche Egidio Gallozzi, membro del QRE. “Che significa riconversione? Che l’immondizia esce dalla porta e rientra dalla finestra? I cittadini avevano dato mandato a Katia Ziantoni di lavorare per chiudere Rocca Cencia, non altro. Invece lei, e questa maggioranza, si sono mossi verso altre direzioni. Non abbiamo mai sentito parlare di bonifica. Noi vogliamo la bonifica di questo territorio”.

Giovanni Luciani, consigliere di Valle Martella Tricolore, va giù pesante sui Cinque Stelle: “La Raggi, i suoi simpatizzanti, non si vedono più per strada. Non sono qui a incazzarsi. Questo territorio offeso da quelle persone che hanno millantato la soluzione. Siamo stanchi di essere la periferia di Roma Capitale e della Città Metropolitana di Roma, stanchi di essere la terra dei fuochi di Roma”.

Ha portato i suoi saluti anche Marco De Carolis, ex sindaco e attuale presidente del Consiglio Comunale di Monte Compatri. In linea con le dichiarazioni di Fratelli d’Italia anche i Vicecommissari di Roma per il Movimento Nazionale per la Sovranità Rita De Angelis e Giulia Ciapparoni, che dichiarano tutta la loro solidarietà per il territorio e denunciano l’incapacità dei Cinque Stelle.

Rocca Cencia – flash mob FdI

Rocca Cencia – Flash Mob di Fratelli d'Italia Municipio Roma VI. Hanno partecipato anche Giovanni Luciani, consigliere di Valle Martella Tricolore, e Marco De Carolis, ex sindaco di Monte Compatri, attuale presidente del Consiglio Comunale.Presenti anche Antonio Imperiale e Egidio Gallozzi dei Quartieri Riuniti in Evoluzione, che a gran voce invocano le dimissioni dell'Assessore all'Ambiente del Municipio VI Katia Ziantoni e di tutto il Municipio.Il QRE si riunirà martedì alle 18:30 in via Geraci Siculo 41 per discutere e programmare le prossime iniziative di contrasto allo stabilimento di Rocca Cencia.

Pubblicato da La Postilla su Domenica 16 dicembre 2018

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*