In piazza per il sindaco di Riace: “Io sto con Mimmo Lucano”

La sinistra si mobilita a favore del sindaco di Riace. Non bastano le pesanti accuse di favoreggiamento di immigrazione clandestina e gestione illecita dei rifiuti. Per la sinistra Mimmo Lucano è un martire: “Mimmo Lucano è stato arrestato stamattina. Colpendo lui, si cerca di arrestare un’idea di convivenza, un’idea di società di pace”. Così si legge in un comunicato di Arci e Baobab Experience, che organizzano per oggi pomeriggio un sit in a favore di Mimmo Lucano in piazza dell’Esquilino, a Roma

L’arresto ai domiciliari di Mimmo Lucano, sindaco di Riace, non placa la follia della sinistra. Si annebbiano la vista per non vedere gli illeciti amministrativi e penali cui è andato incontro il loro mitico eroe. Che sarà mai aver contratto matrimoni fittizi tra riacesi e straniere per dar loro la cittadinanza? Che sarà mai fornire carte d’identità a chi non ha il permesso di soggiorno? Che sarà mai, in nome dell’umanità che ha spinto questo sant’uomo della sinistra più becera? Ecco allora il comunicato integrale di Arci e Baobab Experience, che per oggi pomeriggio alle 17:30 hanno organizzato una manifestazione di protesta contro l’arresto del sindaco di Riace, colpevole di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il comunicato di Arci e Baobab Experience

“Riace era disabitata, oggi vive in un incontro di culture e persone di diversa provenienza. Riace ha dato uno schiaffo a chi ha dipinto il fenomeno migratorio come un problema, come una paura. Riace, nel suo piccolo borgo, ha dimostrato a tutt@ che la realtà è in mano nostra e che non c’è nulla di già scritto.

L’accusa avanzata contro il sindaco Mimmo Lucano è quella di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, un reato legato alla condizione di esseri umani dichiarati fuori legge solo per la mancanza di un foglio, di un timbro. Lo stato, oggi, fa la guerra al sindaco di un piccolo paese calabro perché ha cercato di aiutare degli esseri umani, perché ha deciso di rimboccarsi le maniche e lavorare davvero per costruire un mondo diverso.

Scendiamo in piazza, quindi, perché abbiamo imparato da Mimmo che l’indignazione non basta, la speranza non serve: bisogna conoscere e impegnare mente e corpo in prima persona.

CI vediamo oggi pomeriggio, martedì 2 Ottobre, alle 17.30 a piazza dell’Esquilino per chiedere a gran voce che Mimmo Lucano venga lasciato libero”

L’evento organizzato tramite Facebook da Arci e Baobab Experience non vede al momento nemmeno 300 persone partecipare. Saranno 70mila come alla manifestazione del PD a piazza del Popolo?

La legge è uguale per tutti, tranne che per la sinistra. La sinistra può fare quello che vuole. In nome dell’umanità.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*