Lega, polemiche per il pagamento dei 49 milioni. Nessuno ricorda i DS e l’Unità

Tante polemiche in queste ore per l’accordo tra Salvini e pm per pagare i debiti della Lega. Debiti che, è bene ricordarlo, sono stati accumulati illecitamente da due persone: Belsito e Bossi. Eppure nessuno sembra ricordare i debiti dei DS di D’Alema e dell’Unità

“La Lega ha rubato soldi ai contribuenti”, si è sentito dire nelle ultime settimane, generando caos attorno alla figura di Salvini che invece ne è uscita illesa. Che c’entra infatti il Ministro dell’Interno per un reato che è perseguibile personalmente? In altre parole i colpevoli hanno nome e cognome: Umberto Bossi e Francesco Belsito. La soluzione più semplice sarebbe stata sciogliere la Lega, creare una nuova ragione sociale e puf: nulla da pagare.

Invece no, non piace il modus pagandi di Salvini. L’intesa con i pm ha infatti raggiunto l’accordo vantaggioso per tutti: restituzione di 600mila euro l’anno che i parlamentari leghisti verseranno in rate bimestrali da 100mila ogni due mesi, impiegando quindi 76 anni per restituire i 49 milioni sottratti.

Persino l’ex ministra PD Maria Elena Boschi fa della facile ironia: “La Lega Ladrona ha deciso di restituire i soldi spariti in comode rate. Ci metteranno più o meno lo stesso tempo di quello che impiegheranno per rimpatriare i clandestini: 80 anni”. All’onorevole Boschi forse andrebbe ricordato cosa ha fatto il Governo Renzi nei confronti di Banca Etruria?

I vecchi debiti dei “kompagni”

Oppure agli altri parlamentari “Democratici” si dovrebbe ricordare dei debiti dei Democratici di Sinistra: 125 milioni di euro. I DS si erano presi sulle spalle i debiti del loro quotidiano, l’Unità, che ha vissuto una lunga agonia prima della morte. Quei 125 milioni secondo voi sono stati pagati? Esatto, avete indovinato. No.

Altra domanda: se non sono stati i “Democratici di Sinistra” a pagare i 125 milioni, chi li ha pagati? Ma siete fortissimi, bravi. Siamo stati noi, con i soldi delle tasse.

È vero, non è bello vedere che un nostro debito va sanato con Equitalia in pochi mesi mentre per un partito politico come la Lega è permesso dilazionare per quasi 80 anni il pagamento. Ma è ancor più macabro e vergognoso che a criticare siano gli stessi che fecero pagare ai cittadini il proprio debito con il fisco.

La soluzione geniale dei vecchi volponi D’Alema, Bersani & Co. fu quella di sciogliere i DS. Dalle sue ceneri nacque il Partito Democratico, che raccolse le risorse dei DS, gli immobili, tutto: tranne il debito di 125 milioni. Quello è rimasto a noi.

E lo scandalo sarebbe che la Lega stia pagando in comode rate bimestrali? Almeno Salvini ha deciso di pagare.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *