Matteo Salvini rischia 15 anni di carcere “Per aver difeso i confini di questo Paese”

Il Ministro dell’Interno viene a sapere in diretta Facebook di essere stati iscritto al registro degli indagati sulla questione della Diciotti. Solidarietà dalla destra unita, oggi banchetti a Roma a sostegno di Salvini

 

Salvini non è solo. A dimostrarlo solo le mobilitazioni di piazza in tutta Roma organizzate questo fine settimana, 8 e 9 settembre. La Lega Lazio mette a disposizione la petizione rivolta al Presidente della Repubblica per sostenere Matteo Salvini. Sono 50 i banchetti sul territorio romano in cui sarà possibile firmare. È la prima volta nella storia della Lega che viene organizzata una manifestazione di questa portata nella Capitale.

Accanto a Matteo Salvini si sono schierati tutti i partiti di destra. A partire da Berlusconi, che commenta amaramente: “Voglio esprimergli la mia vicinanza. Questa è una vicenda esclusivamente politica su cui le autorità giudiziarie non dovrebbero minimamente interferire”. Il caso della Diciotti e il “sequestro di migranti” rischia di mettere nei guai il Ministro Salvini, che rischia fino a 15 anni di carcere. “Ho fatto quello che mi avete chiesto voi di fare – dice in diretta Facebook Salvini – Quindi voi siete miei complici”.

E di complici ne ha tanti, evidentemente. Oltre 50 banchetti distribuiti sul territorio di Roma tra oggi e domani organizzati dalla Lega Lazio. Ma non è solo la Lega. Anche Fratelli d’Italia e Giorgia Meloni esprimono la massima solidarietà nei confronti del Ministro.

Le reazioni della destra. Gli attacchi di Meloni e la denuncia di Alemanno

“Scandaloso e sovversivo indagare un ministro che cerca di fermare l’invasione di clandestini – esplode Giorgia Meloni – nessun magistrato ha pensato di indagare il precede governo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, pur essendoci tutti i presupposti. Nessuno creda di potersi porre al di sopra della volontà popolare e di piegare la nostra democrazia alla propria ideologia. Fratelli d’Italia esprime la sua solidarietà a Salvini e chiede al Ministro della Giustizia e al Presidente della Repubblica di intervenire immediatamente per censurare questo gravissimo atto”.

Anche il Movimento Nazionale per la Sovranità, il partito fondato da Gianni Alemanno, è in piazza per sostenere Matteo Salvini. Un evento organizzato dai vertici romani del partito, dal Commissario romano Giorgio Ciardi e dai Vicecommissari romani Giulia Ciapparoni e Rita De Angelis.

Gianni Alemanno ha anche denunciato il pm di Agrigento, Luigi Patronaggio, che ha messo Salvini sotto indagine. L’ex sindaco di Roma e ex Ministro delle Politiche Agricole lo denuncia per “Attentato contro i diritti politici del cittadino – disciplinato dall’articolo 294 del Codice Penale – L’avviso di garanzia inviato a Salvini potrebbe essere visto come un tentativo di impedire a un Ministro di svolgere la sua attività d’indirizzo politico”.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *