Antimafia, Silvestroni (FdI): Provincia di Roma mobilitata in memoria di Paolo Borsellino

Sono passati 26 anni dalla strage di via d’Amelio in cui morirono Borsellino e i cinque agenti della scorta. Un ulivo nel ricordo delle vittime della mafia. L’iniziativa di Marco Silvestroni (FdI) “Le Radici della Legalità”

Paolo Borsellino fu ucciso dalla mafia siciliana nella strage di via d’Amelio a Palermo. Fu amico e collega di Falcone, con cui lavorò nel pool antimafia. E come Falcone, Borsellino perse la vita, anzi: gli fu strappata. Già nel 1991 Cosa Nostra progettava l’omicidio di Borsellino, che si compì brutalmente soltanto il 19 luglio del 1992.

“Il contrasto alle mafie, tutte le mafie, è una cosa serissima e non può essere messo in discussione da logiche di politically correct – dichiara Marco Silvestroni, deputato di Fratelli d’Italia, ricordando il sacrificio di Paolo Borsellino – Alla vigilia della ricorrenza della strage di via D’Amelio l’aula di Montecitorio ha segnato una pagina triste della storia parlamentare dove Lega, M5S e PD hanno bocciato l’emendamento di Fratelli d’Italia nel quale si chiedeva che la costituenda commissione d’inchiesta competente si occupasse anche delle nuove mafie emergenti: cinese e nigeriana.

L’onorevole Marco Silvestroni (Fratelli d’Italia)

La nostra risposta a chi preferisce mettere la testa sotto la sabbia e non vedere è invece nel non dimenticare e nel non abbassare la guardia su tutti i fenomeni criminali: vecchi e nuovi – prosegue Silvestroni – Per questo la Federazione della Provincia di Roma di Fratelli d’Italia insieme a Gioventù Nazionale si è mobilitata il 19 luglio con l’iniziativa Le radici della legalità”.

Sono passati 26 anni dalla morte del magistrato. Insieme a lui morì la sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina e Claudio Traina. Ecco quindi nel ricordo di Borsellino, della sua scorta e di tutte le vittime della mafia, “Le Radici della Legalità” con gli alberi d’ulivo che sono stati piantati in molti territori della provincia di Roma. Un’iniziativa promossa da Gioventù Nazionale, con il suo Presidente della provincia di Roma Alessio Pascuzzi, e dallo stesso Marco Silvestroni.

La Redazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *