Napoli in festa, Juve battuta nel finale

Dopo il fischio finale della partita scatta la festa a Napoli. Botti e fuochi d’artificio, un’intera città scende in piazza a festeggiare.

 

È bastato tornare a meno uno dalla Juventus, per far scattare la festa a Napoli. Una festa apparentemente immotivata, dal momento che la Juventus si trova ancora in vetta. I partenopei però in cuor loro ci credono, e quello scudetto che manca ormai da anni da sogno è tornato incredibilmente realtà.

Gli Undici titolari di ieri sera:

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Howedes, Benatia, Chiellini (dall’11’ p.t. Lichtsteiner), Asamoah; Khedira, Pjanic, Matuidi; D. Costa (dal 26′ s.t. Mandzukic), Higuain, Dybala (dal 1′ s.t. Cuadrado). (Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, Rugani, Alex Sandro, Bentancur, Bernardeschi). All. Allegri.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (dal 35′ s.t. Rog), Jorginho, Hamsik (dal 22′ s.t. Zielinski); Callejon, Mertens (dal 16′ s.t. Milik), Insigne. (Sepe, Rafael, Maggio, Tonelli, Milic, Chiriches, Diawara, Machach, Ounas). All. Sarri.
ARBITRO: Rocchi di Firenze.

MARCATORE: Koulibaly al 45′ s.t.

Il Senegalese Koulibaly santo subito: i Napoletani lo hanno già investito di onorificenze, e il suo santino si diffonde sui telefoni e sui profili social di tutti i tifosi Azzurri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*