Lo Ius Soli è inutile. L’Italia è la Nazione che concede più cittadinanze in Europa

Ius Soli, cui prodest? Nel 2016 l’Italia ha già concesso il maggior numero di cittadinanze in Europa, superando quota 200mila

I nuovi italiani sono soprattutto marocchini, albanesi e romeni. Un dato che è cresciuto del 13% e che ha portato a oltre 200mila nuove cittadinanze. La domanda dunque sorge spontanea: a chi serve lo Ius Soli?

Le richieste di cittadinanza italiana sono state 201.591 (più 13 per cento rispetto al 2015) quelle accordate a persone che, solo in minima parte provengono dai Paesi africani: sono soprattutto albanesi (18,3 per cento), marocchini (17,5 per cento) e romeni (6,4 per cento). Seguono bengalesi, senegalesi e ghanesi. (Fonte: repubblica.it)

Se il dato italiano è significativo lo stesso non si può dire del resto dell’Unione  Europea. In totale, infatti, si contano poco meno del milione di nuovi cittadini comunitari europei. Il che, calcolatrice alla mano, significa che l’Italia da sola concede il 20% delle cittadinanze europee. Ovvero che un nuovo europeo su cinque è tale in quanto nuovo italiano.

Le Nazioni maggiormente interessate da questo fenomeno sono quelli della frontiera mediterranea, Italia in testa. Seguivo Grecia e Spagna, mentre la Francia è riuscita ad approvare leggi più stringenti in materia di immigrazione grazie all’azione governativa del presidente Macron.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *