Migranti, Macron ci insulta: “L’Italia ha deciso di non rispettare le regole”

Macron riferisce all’assemblea dell’Onu: “Crisi politica tra Italia e UE. L’Italia ha deciso di non rispettare le regole del diritto internazionale”. Invece di definirsi vomitevole, come lui ha detto di noi dopo aver respinto l’Aquarius, Macron attacca ancora l’Italia

Macron vuole che gli immigrati sbarchino in Italia. Non lo nasconde neanche. La Francia considera l’Italia una sua colonia? È in gioco la stessa sovranità dello Stato nella gestione dei flussi migratori. Quando Salvini ha imposto un cambio di passo, chiudendo di fatto i porti alle ong, Macron non ha esitato a definirci “vomitevoli”. Poi è toccato a lui.

Quelle stesse ong che in Italia hanno trovato i porti chiusi hanno chiesto alla Francia di sbarcare in territorio francese. Vomitevolmente, Macron ha detto no. Così la Aquarius, per dirne una, continua a stare in mezzo al mare con 58 clandestini pronti a sbarcare in territorio europeo. L’Italia è blindata, evidentemente lo sono anche Malta e Francia. Ed è giusto che sia così.

Difendere i confini dell’Europa è un sacrosanto diritto delle nazioni poste a confine. È diritto della Spagna, dell’Italia, della Grecia. Ha fatto bene Macron a essere vomitevole come noi. Noi italiani non dobbiamo spingere affinché siano altre le nazioni pronte ad “accogliere”. Noi non dobbiamo volere che un’altra nazione europea subisca quel che abbiamo subito noi con gli ultimi anni della sinistra governo. Noi siamo europei, italiani anzitutto.

Respingere i clandestini è buon senso, ma si faccia di più: blocco navale

Bravo Macron. Se non fosse che all’assemblea generale dell’Onu ha spiegato perché lui non è vomitevole e noi sì. “L’Italia ha deciso di non rispettare le regole del diritto internazionale e in particolare del diritto marittimo e umanitario”. Ah, ecco. In pratica vuole che sia l’Italia a prendersi tutti i clandestini. Tutti in Italia, fuori dalla Francia.

Se il commento del presidente Conte è molto pacato, Salvini va giù più duramente. “L’ho fatto io e sono a processo per sequestro di persona – spiega il Ministro dell’Interno – Macron ha detto che facevo vomitare e che ero fascista. Quando hanno a che fare con la dura realtà, capiscono che si tratta solo di buonsenso”.

Invece di litigare su chi deve accogliere, l’Europa dovrebbe accogliere l’unica proposta sensata: il blocco navale proposto da Fratelli d’Italia. Una missione europea per non far partire più nessuno. L’Europa torni a difendere i propri confini e riconsideri la sovranità dei suoi Stati membri.

 

La Redazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*