La moralissima Francia nega lo sbarco all’Aquarius.

La Aquarius era diretta a Marsiglia ma Parigi frena: “Serve una soluzione europea”. La ong si appella all’Europa: “Chiediamo una bandiera qualsiasi. Non possiamo fermarci. Non fermeremo la nostra missione per il salvataggio delle vite umane”

L’Aquarius non può far sbarcare 58 clandestini a Marsiglia. Buongiorno Francia. Chissà come ci si sente, dall’alto del moralismo francese, porre il diniego a 58 poveri clandestini che volevano entrare illegalmente in territorio europeo. Macron scopre di essere vomitevole come gli italiani, dunque. E propone una soluzione europea.

L’ong Sos Mediterranee che opera sull’Aquarius ritiene Marsiglia l’unico porto da cui ripartire, ma la Francia evita di rispondere. “Serve una soluzione europea”, riproponendo il discorso del porto sicuro più vicino. La Francia tira in mezzo ancora una volta l’Italia. Il presidente di Sos Mediterranee France, Francis Vallat, attacca infatti il governo italiano: “Nella mia vita di armatore, non avevo mai visto una cosa del genere, è la prima volta – accusa puntando il dito contro l’Italia – Bugie e clima di disinformazione incredibile, come quando dicono che aiutiamo i trafficanti di esseri umani”.

Per la ong la colpa è dell’Italia. Secondo Sos Mediterranee Panama avrebbe ritirato la sua bandiera dalla Aquarius a seguito di “pressioni italiane”. Salvini è pronto a denunciare queste accuse infamanti verso tutto il popolo italiano e non si ferma: “Denuncerò le ong che aiutano gli scafisti”.

Era bello quando la sinistra vi teneva lontani da casa vostra tutti i clandestini, vero? Buongiorno Francia.

 

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*